Reiki e la malattia

04. 04. 2013 -La malattia tag -

malattia
La malattia: significato


Andiamo ad analizzare la motivazione per il quale la gente si ammala La motivazione principale per cui la gente ad un certo punto si ammala, non è nient'altro che un aspetto energetico, che ha perso il suo equilibrio, o il suo normale funzionamento. Tutto questo, se il Ki agisse in misura corretta e positiva, le persone potrebbero vivere serenamente, ed in un contesto assai diverso da quello attuale. L'aspetto negativo, determinante per il cambiamento della salute, o del suo stato generico, è il potere della mente che ne influenza costantemente il processo. E' chiaro che tale potere, può determinare anche un processo positivo e costruttivo, donando alle persone solo salute e benessere. Il Ki diretto dalla mente, è responsabile dello stato buono o cattivo di salute personale. L'aspetto positivo, ne rafforza gli equilibri, e tonifica tutti gli organi del nostro corpo, mantenendoli sani; ma in allerta c'è la mente subconscia che può provocare lo sviluppo negativo del Ki, in maniera dannosa e rischiosa per il benessere personale. Tale aspetto energetico del Ki, si svilupperà attorno agli organi, nell'aura e nel chakra, provocando un rallentamento delle funzioni generali, sino alla malattia. Coloro che possono percepire tali energie negative, le vedono sotto forma di macchie nere che si addensano nei punti importanti dei vortici di energia. Tanti, non sanno che queste macchie, non sono solo aspetti energetici che provocano blocchi o disfunzioni, ma sono veri e propri ammassi di entità spirituali, che si annidano in quel punto per provocarne persino la morte, dipendente dall'aspetto spirituale, e quindi dal comportamento di ognuno di noi. Quindi se tale aspetto è solo principalmente energetico e non spirituale, ve la caverete in quanto la sua carica elementare energetica può essere facilmente eliminabile. Se tale fattore è spirituale, non c'è reiki che tenga e dovrete sperare di cambiare rotta, in fretta, onde evitare un problema forse definivo e non più controllabile. Poi possiamo anche parlare delle energie sottili, e del loro comportamento qualora ci sia questo scompenso energetico, ma cari amici, credete, che l'aspetto primario sta sempre nel nostro modo di vivere, pensare e comportarci sempre nel modo più corretto, donando la nostra vita, il nostro amore, la nostra carità...e quant'altro. Solo così potremo essere protetti.